Il Superenalotto e l’introduzione delle vincite immediate: il quadrato magico –


Quadrato Magico del Superenalotto

Il quadrato magico rappresenta una delle giocate immediate previste dal SuperEnalotto, il concorso a premi che, ormai da diversi anni, sta attirando moltissimi appassionati di scommesse italiani. Prima di entrare nel merito del meccanismo alla base del quadrato magico, desideriamo offrire una panoramica sul SuperEnalotto, prendendo in esame gli step fondamentali della sua storia. Nato con il nome di Enalotto nel 1997, e considerato una “costola” del Lotto, ha finito nel tempo per eguagliare quest’ultimo in termini di popolarità. E sono proprio novità come quadrato magico ad averlo reso così popolare.

A testimoniarne il successo sono i montepremi sempre più elevati, legati al numero di giocate effettuate. Non a caso, l’importo più elevato assegnato dal SuperEnalotto è recente, e risale all’estate del 2019. Il giorno 13 agosto il jackpot ha rilasciato a un fortunato vincitore 209,1 milioni di euro. Come accaduto per altre vincite milionarie, anche in questo caso è stata una schedina contraddistinta da una giocata singola a ricevere i favori della dea bendata. E il giocatore aveva scelto a caso i due numeri, spendendo solamente 2 euro. Oltre a costituire il jackpot più alto vinto finora nella nostra Penisola, detiene altri due record: è il jackpot di importo più elevato assegnato ad oggi da una lotteria europea e il premio di maggior valore per una singola giocata.

Le tappe storiche: dalla prima vincita al quadrato magico

A circa un mese di distanza dal suo lancio sul mercato, esattamente il 17 gennaio del 1998, il SuperEnalotto ha premiato il primo giocatore. Centrando una sestina, si è visto assegnare un importo di 11,8 miliardi di lire. Sisal, volendo premiare un maggior numero di scommettitori, ha introdotto in seguito il SuperStar, un gioco aggiuntivo che permetteva di vincere premi di importo ancora più elevato. Cosa prevedeva il SuperStar? In pratica, pagando una cifra addizionale, veniva data la possibilità di scegliere un numero (sempre compreso tra 1 e 90).

I premi disponibili, di conseguenza, passarono dagli iniziali 6 a 14. Altro Data importante nella storia del SuperEnalotto? Quella del 2 gennaio 2016. Da tale giorno, a fronte di un prezzo raddoppiato del biglietto (dai 50 centesimi a 1 euro), non era ritenuto più obbligatorio acquistare almeno due giocate. Al contempo, è stata aggiunta una nuova categoria di premi, volta a riconoscere una ricompensa a chiunque indovinasse due numeri. Anche in questo caso lo scopo era aumentare le probabilità di vincita: da 1 su 318 a 1 su 20. Eccoci ora giunti al passaggio che più ci interessa: l’introduzione delle vincite immediate, categoria che includeil quadrato magico. L’idea legata a tali vincite era molto semplice: dare l’opportunità di ottenere una cifra di 25 euro attraverso l’acquisto del biglietto. Nello specifico, le vincite immediate prevedono una possibilità su 500 di beneficiare di un premio istantaneo. La vincita ha luogo al momento dell’acquisto delle giocate, e non ha modo di influire sulle probabilità di vincere al SuperEnalotto gli altri premi messi in palio con l’estrazione principale.

Quadrato magico: come vincere

Ti stai chiedendo quali siano le regole del quadrato magico? Bene, allora tieni presente che stiamo parlando di un gioco istantaneo con un regolamento facilmente comprensibile anche da chi non ha grande esperienza nel mondo delle scommesse. Dopo aver scelto le giocate della schedina del SuperEnalotto dovrai unicamente verificare che tutti i numeri che compaiano all’interno del quadrato magico siano presenti tra i numeri presenti nelle giocate. Potrai farlo al momento della giocata, in quanto l’esito sarà visualizzabile direttamente sulla ricevuta di gioco. Accertata la vincita, la riscossione avverrà immediatamente o, in alternativa, in un momento successivo (ovviamente conservando la ricevuta).

Come indicato in precedenza, un biglietto ogni 500 (tra tutti quelli venduti) è destinato a ricevere una vincita immediata dell’importo di 25 euro. Non dimenticare, però, che per avere diritto a tale vincita non dovrai dar luogo a giocate sistematiche che prevedano più di 80 diversi numeri. Inoltre, una singola ricevuta di gioco convalidata consente di realizzare al massimo una vincita immediata. Esiste un’eccezione, rappresentata dalla convalida di una giocata caratterizzata da più di 500 combinazioni differenti. In percentuale, i 25 euro corrispondono all’8,4% del montepremi totale. Pur essendo prestabiliti sia l’intervallo che l’importo delle vincite, il concessionario ha la facoltà, qualora lo ritenga opportuno, di richiedere un cambiamento nel valore dei premi relativi alle vincite immediate. Ma dovrà farlo garantendo comunque un minimo di 25 euro, fino ad arrivare alla cifra massima di 1.000 euro. Sempre il concessionario ha l’opportunità di chiedere un cambiamento nell’intervallo di distribuzione delle vincite, spaziando in un range tra “1 su 100” biglietti e “1 su 20.000”.

Gli altri premi immediati esistenti

Il quadrato magico non è l’unico premio immediato previsto dal SuperEnalotto. Il WinBox, ad esempio, è disponibile senza alcun costo aggiuntivo, e si rivolge alle persone che scelgono di giocare a SuperEnalotto con SuperStar. Anche l’introduzione del codice QR ha fornito nuovi spunti. Servendosi dell’App SuperEnalotto, e scansionando proprio il codice QR presente sulla ricevuta di gioco, potrai vincere al SuperEnalotto premi immediati di un importo in grado di toccare i 500 euro. In mancanza della App che consente la lettura del QR code potrai servirti del numero di serie (formato da 22 cifre) presente sul biglietto. Di 500 euro è anche il premio più alto previsto dalle estrazioni “Seconda Chance” con WinBox.

La riscossione dei premi immediati

Come procedere per riscuotere una vincita immediata? Come abbiamo già indicato, visto l’importo “limitato” del premio previsto dal quadrato magico avrai l’opportunità di ottenere i 25 euro già al momento della giocata. Qualora decidessi di rinviare la riscossione a un momento successivo, considera che il ritiro della vincita dovrà avvenire entro 90 giorni (a far data dal giorno dell’estrazione). Nessun problema, in questo caso, per quanto riguarda la trattenuta fiscale. I premi, infatti,in base alle SuperEnalotto regole, sono soggetti a una ritenuta del 20%, ma solo per la parte eccedente i 500 euro. Non è questo il caso del quadrato magico.



Source link