Deviazione standard: cos’è e a cosa serve?


Deviazione Standard

Se giochi, stai considerando la variabile aleatoria e le formule che la descrivono. Giocando alla roulette, in una serie di colpi alla slot o in una mano di Blackjack puoi renderti conto di quanto la formula della deviazione standard possa incidere sul bankroll. Questo approfondimento nasce per semplificare un argomento che al meno esperto potrebbe apparire ostico. Ci scusiamo per qualche passaggio più tecnico ma sarà necessario per farti trovare pronto a qualunque oscillazione del capitale in gioco.
Deviazione standard in italiano si definisce anche con “Scarto Quadratico Medio” o “Scarto Tipo” ed è un indice di dispersione statistico: si usa quindi per stimare la variabilità rispetto ad un risultato definito come atteso e probabile.

Premessa statistica: la formula della deviazione standard

Quando si parla di azzardo, ogni mano consiste nel tentativo di far coincidere la decisione del giocatore con il verificarsi di una condizione specifica. C’è una formula statistica che descrive quanto l’evento che si avvera potrebbe discostarsi dalla mano vincente. Si parla di radice quadrata della varianza o scarto quadratico medio, si tratta di termini particolarmente cari ai giocatori della roulette.

Non ci si può basare sul singolo numero nella deviazione standard ma si ragiona per gruppi di risultati delle varie mani. Il valore si indica con la lettera sigma dell’alfabeto greco e corrisponde alla radice quadrata di una media aritmetica.

La media aritmetica in questione è quella di tutti gli scarti assoluti tra i risultati usciti ad ogni mano e il valore medio. Questa si ottiene sommando tutti gli scarti dal valore medio e dividendone la somma per il numero delle mani.

Deviazione standard nel gioco, perché serve conoscerla

Se la statistica non fa al caso tuo, non preoccuparti perché il peggio è passato. Ora passiamo alla parte più divertente ossia come usare la deviazione standard nelle scommesse. Se hai letto l’approfondimento sulle tecniche alla roulette oppure sei passato attraverso la guida al VideoPoker, saprai che la scelta del colore o l’interpretazione della linea di pagamento hanno le proprie regole.

Lo scarto quadratico medio è un potente strumento che ti aiuta a capire quanto stai rischiando ad ogni mano. Si tratta di un parametro particolarmente utilizzato dal vero roulettista. A un occhio esperto, il valore del sigma serve a capire quanto la serie delle mani si discosti da quella vincente. Certamente non è necessario perdersi in calcoli articolati, lo scarto quadratico medio è semplicemente calcolabile anche con lo smartphone.

Come leggere correttamente i dati di ogni mano

Utilizziamo sempre l’esempio della roulette: segui 30 colpi e conti 15 colori rossi e 15 neri – è una situazione esemplificativa, ovviamente -. Possono uscire prima tutti i rossi e poi tutti i neri: in questo caso, la deviazione standard è massima. Qualora si verifichi la perfetta alternanza tra rossi e neri, il valore di sigma sarebbe minimo.

Qui inizia a prendere corpo l’importanza del parametro nel contesto più ampio del gioco d’azzardo e della scommessa. Valutare l’andamento dello scarto quadratico medio può aiutarti a modulare l’impegno del bankroll in base a quanto la mano si discosti dal valore sperato. Un valore altissimo dovrebbe indurti a una certa cautela, con un valore più basso potresti invece assumerti qualche piccolo rischio in più. Precisiamo però che stiamo parlando di statistica e, in quanto tale, ha una valenza maggiore sui grandi campioni.

Come usare la deviazione standard nelle scommesse

Il mondo delle scommesse può essere anche più articolato rispetto alla eventualità che la mano di gioco deponga a favore delle previsioni. La deviazione standard qui dimostra una potenza anche maggiore. Prendi in considerazione, ad esempio, il mondo dell’ippica. Conosci il cavallo e il fantino, ti sei documentato sulle loro performance nel tempo e senti dentro te che il risultato non può che andare nella direzione della tua scommessa. Si verifica un imprevisto e il winrate ne risente.

Si tratta del caso tipo nel quale è opportuno considerare l’aiuto della statistica, l’analisi dei grandi numeri e del discostarsi degli eventi dalla media descrive esattamente casi di questo tipo. Il calcolo del parametro aiuta a considerare l’evento nell’insieme, includendo anche altre variabili non considerabili ma delle quali si tiene conto nel contesto di un calcolo statistico.

Alcune considerazioni sull’applicazione pratica

Dopo aver trattato l’argomento dal punto di vista tecnico, è bene considerare che il gioco puro non possa essere snaturato da un approccio di ordine puramente matematico. La componente aleatoria è essa stessa parte importante di un intrattenimento, è l’ingrediente che regala quel momento di brivido che si associa alla singola mano.

Qui sta il valore nel considerare il dato della deviazione standard, è un parametro che ti dice a chiare lettere che il gioco d’azzardo è tale perché ha una probabilità di vincere o perdere. Il parametro può aiutarti a scegliere il carousel fortunato ma anche a decidere quando è il momento di interrompere le puntate.

Ora che il tuo approccio all’interpretazione statistica del sigma potrebbe essere cambiato, ti suggeriamo di goderti il gioco in modo equilibrato. Puoi vincere o perdere seguendo le regole della deviazione standard ma dovresti tendere a farlo solo per divertimento e con somme di denaro che sei disposto a perdere senza problemi.

L’articolo Deviazione standard: cos’è e a cosa serve? sembra essere il primo su AmmazzaCasino | Guide ai Casino Online.



Source link